Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta, situata nella rigogliosa terra di lavoro, fu costruita per volere di Carlo di Borbone nel 1752 (quando venne posta la prima pietra) sotto la supervisione dell’architetto Luigi Vanvitelli.

La costruzione procedette alacremente sino al 1759, anno in cui Carlo di Borbone, morto il Re di Spagna, lasciò il regno di Napoli per raggiungere Madrid. Dopo la partenza di Carlo i lavori di costruzione del Palazzo nuovo, come veniva denominata all’epoca la Reggia, subirono un notevole rallentamento, cosicché alla morte di Luigi Vanvitelli, nel 1773, essi erano ancora lungi dall’essere completati. Carlo Vanvitelli, figlio di Luigi e successivamente altri architetti, che si erano formati alla scuola del Vanvitelli, portarono a compimento nel secolo successivo questa grandiosa residenza reale. A conclusione dei lavori, il costo della Reggia si aggirò intorno a circa sette milioni di ducati, e rappresentò una feconda officina internazionale dove si poterono confrontare le diverse correnti di arti figurative, le migliori soluzioni tecnologiche e i modelli figurativi dell’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *